Archivi giornalieri: 2 giugno 2017

JESI / FESTA DELLA REPUBBLICA, AI 18ENNI COPIA DELLA COSTITUZIONE: RICORDATI I MAGISTRATI FALCONE E BORSELLINO

JESI, 2 giugno 2017 – Il dato è di quelli che dovrebbe far riflettere, dei 342 giovani jesini che in questo 2017 hanno compiuto o compiranno entro dicembre il 18° anno di età, tutti invitati dal Sindaco con lettera personale, neanche un terzo ha accolto l’invito a partecipare alla cerimonia di consegna di una copia della Costituzione Italiana e di questi la stragrande maggioranza era costituita da ragazze. Dispiace veramente constatare questo continuo allontanamento dei giovani dalla vita pubblica e dalle istituzioni; fenomeno in atto ormai da alcuni anni che dovrebbe far riflettere sulle ragioni che sono alla base di tali comportamenti.

Ma veniamo alla giornata odierna, quella del 2 Giugno, alla festa organizzata per ricordare la “nascita” dell’Italia repubblicana dopo il referendum che il 2 giugno del 1946 chiamò gli italiani a scegliere tra Repubblica e Monarchia.

Poco dopo le 10 di questa mattina in Piazza Indipendenza è iniziata la cerimonia di deposizione di una corona d’alloro ai piedi del monumento alla Repubblica; tra i presenti molti rappresentanti delle forze dell’ordine, delle associazione combattentistiche e d’Arma e delle Istituzioni cittadine. Dopo la deposizione della corona d’alloro il sindaco uscente Massimo Bacci ha pronunciato un toccante discorso celebrativo “per ricordare quanti diedero la vita per raggiungere questo traguardo attraverso la Resistenza, madre della Liberazione ed allo stesso tempo per ricordare quanti – in questi anni e a vario titolo, hanno pagato con la vita la loro scelta di servire questo nostro Stato fondato sulla Repubblica”. E a proposito di questi eroi a volte dimenticati, Bacci ha ricordato i due massimi esponenti dello Stato che hanno sacrificato la vita per  la legalità la giustizia e la lotta alla criminalità: i magistrati Giovani Falcone e Paolo Borsellino  uccisi dalla mafia assieme alla moglie (il primo) ed agli uomini delle loro scorte giusto 25 anni or sono. Due eroi e tanti altri ancora “a partire da Aldo Moro” che dovrebbero insegnare a coloro che sono investiti di cariche ed incarichi di responsabilità i comportamenti più appropriati per vivere in un mondo civile.

Un passaggio del suo discorso il Sindaco lo ha riservato a Pacifico Carotti, il primo Sindaco della città dopo la liberazione; “occorre – diceva Pacifico Carotti – che ritorni in auge la scuola del dovere, o meglio del servire, in modo da far ritornare cristallina l’opera dei pubblici amministratori. Io vorrei che coloro che la coscienza pulita non hanno si appartino dal dirigere la cosa pubblica, perché gli amministratori pubblici dovrebbero essere rigorosamente obiettivi con tutti”.  Concludendo Bacci ha citato un altro grande della vita pubblica, questa volta nazionale, il Presidente della Repubblica Sandro Pertini che 40 anni or sono disse: “ I giovani non hanno bisogno di sermoni; i giovani hanno bisogno di esempi di onestà, di coerenza e di altruismo”. Concetto fatto proprio da Bacci.

La cerimonia per ricordare il 2 Giugno è poi proseguita al Teatro “Valeria Moriconi” dove, dopo un ulteriore, brevissimo intervento del Sindaco, Grazia Tiberi ha letto un brano che rievocava l’eroismo dei due magistrati uccisi dalla mafia, Falcone e Borsellino; una lettura interpretativa calata in una platea affollata, quanto silenziosa, di giovani e adulti convenuti per la ormai tradizionale consegna di una copia della Costituzione Italiana ai diciottenni, agli ultimi nati del XX secolo.

Alla fine, dopo la foto di gruppo, dal “Moriconi” si è levato il canto dell’Inno nazionale, “Fratelli d’Italia”.

(sedulio.brazzini@qdmnotizie.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

MERGO / INCIDENTE TRA AUTO E MOTO, CENTAURO IN ELIAMBULANZA A TORRETTE

MERGO, 2 giugno 2017 – Incidente nel pomeriggio di oggi (2 giugno) poco dopo le 17,00 lungo la strada che da Angeli di Mergo conduce a Mergo paese.

Per cause ancora da chiarire una moto, modello Honda Dominator ed un Suv Toyota si sono “toccate”. Immediato l’intervento della Croce Verde di Serra San Quirico (sostenuta da una automedica del 118 proveniente da Jesi).

Il centauro è stato poi trasferito in eliambulanza (decollata da Fabriano) in codice giallo.

(saverio.spadavecchia@qdmnotizie.it)
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LETTERE&OPINIONI / “DEMOCRAZIA: CHI LA RISPETTA E CHI…”

JESI, 2 giugno 2017 – Democrazia è accettare le idee e le posizioni politiche degli altri, anche quando non si condividono.
I giovani organizzatori dell’evento “Giovani e Politica: si può fare?” hanno dato una bella prova di maturità politica e democratica durante il dibattito di ieri sera. Hanno permesso con imparzialità a tutti i rappresentanti delle liste di esprimere liberamente le proprie opinioni, persino quando un intervento è apparso in verità piuttosto fuori luogo e molto sgradito alla sala.
Nella stessa serata, invece, i vecchi politicanti presenti a Palazzo dei Convegni per un altro dibattito elettorale concomitante, hanno dimostrato di non essere all’altezza di garantire un minimo di Democrazia e di libertà di espressione a tutti, nonostante proprio quello fosse il tema dell’incontro. Suggeriamo ai soloni del PalaConvegni di ripassare un po’ i fondamentali della nostra Costituzione che, a parole, dicono di voler difendere.
In particolare, non commento l’infelice battuta di Bacci nei miei confronti. Rispondo personalmente di quello che dico o faccio. Non di quello che gli altri mi mettono in bocca. Spero che in futuro impari almeno ad evitare di citarmi impropriamente.
A Jesi come in Parlamento, tutti uniti contro il MoVimento.
Sempre con la solita scusa: vorrebbero decidere loro persino gli avversari politici.
Un MoVimento che per ogni incontro elettorale sceglie la persona del gruppo più efficace per affrontare i temi del dibattito dà fastidio ai vuoti oratori di pariti e civici, tanto abili a parlare quanto poco capaci di approfondire nel merito.
Da qui, i voli pindarici di ieri sera al Palazzo dei Convegni, per ottenere solo una cosa: cantarsela e suonarsela fra loro.
A noi cittadini interessa confrontarci sui problemi della gente e sulle soluzioni. Nient’altro!
Luca Bertini
Candidato Sindaco del M5S Jesi
P.s. Ci spiace dell’uscita dell’onorevole Agostinelli che prende le difese delle tesi degli avversari politici del MoVimento. Forse, non riuscendo a seguire bene da Roma le dinamiche del territorio, non conosce il grande impegno e la correttezza con cui la lista certificata del M5S di Jesi sta lavorando per portare avanti le battaglie del MoVimento e per dare anche agli jesini una Amministrazione a 5 Stelle. Siamo certi della sua disponibilità per un incontro chiarificatore al più presto.

FABRIANO / LUTTO IN CITTA’, IL DECESSO DI TINI SCONVOLGE LA POLITICA

FABRIANO 2 giugno 2017 – La morte improvvisa di Angelo Tini (66 anni il prossimo primo luglio) è stata un vero e proprio shock che ha squassato la città e la politica. A ricevere per primo la notizia – intorno alle ore 17 con una telefonata del sindaco Giancarlo Sagramola –  è stato il candidato sindaco del centrosinistra Giovanni Balducci.

Notizia che ha devastato letteralmente la famiglia del centrosinistra, che doveva proprio nei momenti della conferma della notizia accogliere il vicepresidente della Camera Roberto Giachetti.

Distrutto dal dolore Giancarlo Sagramola, che ha lavorato fianco a fianco con Tini per gli ultimi 5 anni di amministrazione. Commosso e senza parole anche l’ex sindaco Roberto Sorci.

“Ho condiviso la mia passione con lui, ci siamo scontrati a livello politico, siamo stati vicini, ma eravamo amici”. Questo il primo commento di Giovanni Balducci, che ha voluto ricordare il ruolo politico svolto da Tini. “Volevamo che la giornata di oggi fosse una giornata per raccontare la politica, ma il rispetto per Angelo è tale che abbiamo sceltodi annullare per oggi ogni iniziativa politica, compresa quella con Roberto Giachetti” ha concluso.

“Esprimo le condoglianze alla famiglia e a tutta quella del centrosinistra di Fabriano – ha dichiarato Roberto Giachetti – restate uniti e lottate anche per lui”.

Immediato il cordoglio del Movimento 5 Stelle , espresso con una nota ufficiale: “Siamo costernati nell’apprendere la notizia della morte improvvisa e prematura di Angelo Tini. Tutto il gruppo del Movimento 5 Stelle di Fabriano si unisce al dolore e al cordoglio della famiglia”.

Anche Danilo Silvi, Lega Nord, ha espresso le condoglianze a suo nome e a nome del suo partito: “Dopo aver appreso la notizia della scomparsa di Angelo Tini il gruppo Lega Nord (Fabriano) esprime le propie condoglianze alla Famiglia”.

Profondamente colpito dalla notizia anche Vinico Arteconi, candidato sindaco per Fabriano Progressista: “Ho appreso ora sgomento della scomparsa prematura e improvvisa del ragionier Angelo Tini, Vice Sindaco e Assessore alle Finanze del Comune di Fabriano, protagonista da sempre impegnato nella vita politica e sociale di Fabriano, nonché collega nell’amministrazione sanitaria, dove era apprezzata l’alta professionalità e competenza amministrativa. Io e Fabriano Progressista, esprimiamo il nostro profondo cordoglio alla famiglia, ricordando la passione del ragionier Tini nell’essere sempre vicino alla nostra comunità cittadina”.

Anche Giorgio Saitta, Assessore ai servizi sociali ha voluto – tramite i social – ricordare Tini: “Ho appreso con dolore della scomparsa dell’amico e collega Angelo Tini, in questi cinque anni abbiamo lavorato insieme cercando di fare il meglio per la città. Mi stringo ai familiari partecipando al loro dolore.
Ave et vale Angelo, che la terra ti sia leggera“.

Urbano Urbani, uno dei più fieri oppositori di Tini negli ultimi 5 anni di  politica vissuta da sponde opposte ha ricordato con dolore: “La sua morte improvvisa mi sconvolge e sconvolge tutta la comunità Fabrianese. Ci siamo visti pochi giorni fa e dovevamo vederci lunedì in commissione e poi martedì in consiglio comunale per il conto consuntivo 2016 . Da lui ho imparato tante cose e ultimamente,anche su schieramenti diversi, ho apprezzato la sua capacità e la voglia di fare ancora politica . Ciao Angelo”.

Cordoglio espresso dal Presidente della fondazione Carifac Marco Ottaviani: “La Fondazione Carifac esprime le più sentite condoglianze e il cordoglio alla famiglia Tini per la prematura scomparsa di Angelo, professionista esemplare e dall’indiscusso valore morale”.

Anche Silvano D’Innocenzo – tramite Facebook – ha salutato un avversario politico, ma soprattutto un amico: “Ora metti in ordine i conti anche lassù. Ciao avversario ed amico mio”.

(saverio.spadavecchia@qdmnotizie.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

JESI / UISP, QUASI 700 GINNASTE PER LE GARE DI GINNASTICA RITMICA: PRESENTE L’ASSOCIAZIONE “IO NON CROLLO” DI CAMERINO

JESI, 2 giugno 2017 – Al PalaTriccoli procedono a vele spiegate i Campionati Nazionali “Marche 2017”, l’evento sportivo targato UISP che sta richiamando in città migliaia di atleti da tutta Italia e di fasce d’età diverse. Dopo le competizioni di Ginnastica Artistica Maschile e Acrobatica femminile del mese scorso, le competizioni avevano fatto tappa ad Urbino per la sessione di Artistica femminile per poi tornare a Jesi, dal 25 maggio fino al 4 giugno, con le gare di Ginnastica Ritmica.

Nella giornata di sabato (3 giugno) sono attese quasi 700 atlete che, accompagnate dalle loro famiglie, “invaderanno” il Palazzetto dello Sport.  Palla, clavette, cerchio, nastro, fune e corpo libero, prove a squadre o individuali, sono le specialità su cui si gioca il confronto in pedana. A premiare, oltre al presidente regionale UISP Armando Stopponi, arriveranno sabato anche il presidente del Coni Marche Fabio Luna, il presidente nazionale UISP Vincenzo Manco e Stefania Scuri dell’associazione “Io non crollo” di Camerino, a rimarcare i valori di solidarietà e vicinanza della UISP alle località terremotate delle Marche, regione scelta dal comitato nazionale come luogo deputato ad ospitare l’evento.

Intanto, si scaldano i motori per l’ultima fase dei Campionati: al PalaSport di Senigallia, dal 2 al 4 giugno si svolgeranno le competizioni di Acrogym, dal 9 all’11 giugno quelle di Ginnastica Ritmica.  Ad Urbino, dall’8 all’11 giugno, ci sarà la seconda sessione di Ginnastica Artistica Femminile. In totale sono circa 6 mila gli iscritti al Campionato.

FABRIANO / MUORE IMPROVVISAMENTE ANGELO TINI, ASSESSORE AL BILANCIO E VICESINDACO

FABRIANO 2 giugno 2017 – Morto improvvisamente Angelo Tini. Il vicesindaco Assessore al bilancio è mancato mentre si trovava al mare a Senigallia. Dolore e commozione nel centrosinistra e in tutta la città. Annullata in segno di lutto la conferenza con il vicepresidente della Camera Roberto Giachetti.

Il segretario pd fabrianese Michele Crocetti ha subito espresso il proprio dolore: “È con grande tristezza che vi comunico che poco fa è venuto a mancare il Vice Sindaco Angelo Tini. Ci stringiamo intorno al dolore della famiglia ed in segno di lutto e rispetto annulliamo ogni iniziativa pubblica”.

(s.s.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

FABRIANO / LE “PENNE NERE” DELLA VALLE DEL GIANO, IL 2 GIUGNO SFILATA LUNGO IL CENTRO STORICO

FABRIANO, 2 giugno 2017 – Giornata dedicata alle “Penne Nere” quella di Fabriano, che ha celebrato con un programma intenso la pubblicazione del volume (scritto da Don Leopoldo Paloni) “Gli Alpini della valle del Giano”.

La mattinata è iniziata intorno le 10, con la deposizione di una corona, il silenzio e la recita della preghiera dell’alpino nel cimitero di Santa Maria. Momento reso ancora più intenso dalla celebrazione religiosa che si è svolta all’interno della cappella dedicata al Tenente Laurenzi, originario di Massignano (provincia di Ascoli), ma fabrianese a tutti gli effetti e morto durante la “Grande Guerra”. Uomo di grande coraggio, esempio per i suoi commilitoni e per i superiori come ha spiegato il sindaco di Cossignano Roberto De Angelis.

Il momento più intenso si è svolto ai piedi del momeno dei Caduti, con il sentito omaggio a tutti coloro che durante le due guerre mondiali hanno dato la vita per difendere i confini italiani. E da lì, la sfilata verso il centro storico fino all’arrivo all’interno dell’Oratorio della Carità per raccontare la storia degli Alpini di questa terra caduti durante la prima guerra mondiale. Presente anche il coro “Colle del Sole” del Cai Perugia, che ha accompagnato con i canti delle penne nere la presentazione del libro di Don Paloni. Intensa la partecipazione dei cittadini e degli alpini marchigiani, con il gruppo fabrianese “Tenente Laurenzi” in prima fila.

(s.s.)
© RIPRODUZIONE RISERVATA

INFORMAZIONI COMMERCIALI / AZIENDA AGRICOLA QUARESIMA: CENA DI PESCE CON PRESENTAZIONE VERDICCHIO 2016

L’Ippocampo Jesi, in collaborazione con l’Azienda Agricola Quaresima presentano:

CARPE DIEM

Una cena di pesce studiata per coccolare i vostri palati e farvi viaggiare fra i sapori autentici e di qualità.

Il menù di pesce studiato dallo chef Mattia Gagliardini viene esaltato e accompagnato dai cru

di Verdicchio 2016 dell’ Azienda Agricola Quaresima.

Carpe Diem!

Menù a 25 Euro ADULTI:

Antipasto a buffet:
– Salmone marinato al ginepro e agrumi
– Alici marinate all’aceto cozze con citronette
– Insalata di mare
Abbinamento vino: Ver’DiBolle METODO MARTINOTTI – BRUT

Primi:
– Chitarrina scoglio bianco
Abbinamento vino: Il Filello Verdicchio dei Castelli di Jesi – CLASSICO

– Risotto all’astice
Abbinamento vino: Morella Verdicchio dei Castelli di Jesi – CLASSICO SUPERIORE

Secondo:
– Tagliata salmone e tonno

Abbinamento vino: Diamante Verdicchio dei Castelli di Jesi – CLASSICO SUPERIORE Selezione

Doilce:
– Cantucci alle mandorle
Abbinamento vino: Lello Vino aromatizzato alla Visciola

———————————————————————————-
MENU’ BAMBINI a 10 Euro.
———————————————————————————-

Si ringrazia l’Associazione Italiana Sommelier – Delegazione di Jesi per la collaborazione tecnica

 

Musica: Sergio Accoroni

Per info e Prenotazioni:  331.7677880 entro e non oltre mercoledì 7 giugno.

INFORMAZIONI COMMERCIALI / SB STRUTTURE IN LEGNO: PARTI CON ME! UNA VACANZA DA RE! NOLEGGIAMI!

NOLEGGIO CAMPER ED AUTOVEICOLI

Hai bisogno di un camper o di un autoveicolo e stai cercando la migliore offerta?

Scegli tra i modelli disponibili: economico, semplice, sicuro. Questa è la nostra filosofia!

Camper:
MILEO 224
MILEO 296
TESSORO 481

Autovetture:
OPEL CORSA CD TI

 

CONFORT e AFFIDABILITA’

Richiedi disponibilità e condizioni di noleggio inviando una mail o telefonando al numero 347 1938533

 

S.B. Strutture in legno s.r.l.

Via Piemonte n. 68/A 60030 Monsano (AN)

Tel e fax 0731/60360 – Tel. mob. 347-1938533 – info@sb-struttureinlegno.com

MONTE ROBERTO / UNA DISTRAZIONE E VANNO A FUOCO STERPAGLIE, PAURA PER UNA FAMIGLIA

MONTE ROBERTO 2 giugno 2017 – Una distrazione ed un piccolo incedio controllato di sterpi si è trasformato in un rogo. Fiamme che, poche ore fa, hanno bruciato 1.000 metri quadri di un campo a Monte Roberto, in via San Settimio.

Protagonista di questa disavventura una famiglia (marito, moglie e figlio), investita anche dal fumo denso sprigionato dal rogo.

A subirne le conseguenze – lievi – il capofamiglia intossicato dal fumo. Allertata dai familiari la croce verde di Cupramontana è accorsa sul posto ed ha somministrato ossigeno all’uomo, che si è prontamente ripreso.

Sul posto anche i Vigili del Fuoco di Jesi, che hanno circoscritto le fiamme e spento l’incendio con rapidità.

(s.s.)
© RIPRODUZIONE RISERVATA