Segui QdM Notizie

Cronaca

Jesi Quartiere Prato, quale valorizzazione?

Segnalato lo stato di incuria di passaggi pedonali e aree verdi, «basterebbe poco per rivalutare questa zona, l’Amministrazione dovrebbe partire dalle manutenzioni di base»

Jesi – E’ la segnalazione di un residente del quartiere Prato, Riccardo Coltorti, ad indicare lo stato di incuria in cui versano le aree di passaggio pedonale e il parco di via dei Cordai: là dove negli ’80 sorgeva un asilo nido, ora avanzano l’erba alta e i rovi, racconta.

«Nel quartiere c’è un attraversamento pedonale molto utile e frequentato dai residenti, che si trova all’intersezione tra via Guerri e via dei Cordai – ha spiegato – che purtroppo è diventato impraticabile a causa della presenza di rovi e costringe gli abitanti a passare invece sulla strada transitata dalle auto, che è molto più pericolosa da attraversare, vista anche la velocità dei mezzi».

Il passaggio pedonale tra via Guerri e via dei Cordai

«Anche i giardini pubblici in via dei Cordai sono uno spazio ormai impraticabile data la condizione dell’erba che ha superato il mezzo metro di altezza (foto in primo piano). E non è una situazione creatasi per le intense piogge perché l’ultima manutenzione che c’è stata qui risale al mese di marzo».

Una situazione ormai al… limite più volte segnalata all’Amministrazione comunale, ma che anora non si è fatta viva con risposte in merito.

L’erba incolta sul marciapiede del passaggio pedonale

«Ho segnalato più volte agli uffici comunali la situazione, l’ultima mail era indirizzata direttamente al sindaco Lorenzo Fiordelmondo, ma per ora tutto tace. Questo stato di incuria non è in linea con l’attenzione alla sicurezza del cittadino, come nel caso dell’attraversamento pedonale, né con la valorizzazione del quartiere che sento spesso enunciare tra gli obiettivi dell’attività di mandato dell’Amministrazione comunale».

«In realtà basterebbe così poco per rivalutare questo quartiere, basterebbe cominciare dalle manutenzioni di base».

© riproduzione riservata

News

Questi contenuti sono realizzati dalla redazione di QdM Notizie.
Sei interessato a diffondere i nostri articoli o collaborare con noi?
Scrivici a [email protected]