Connect with us

Cronaca

JESI / Salvini contestato, tensione tra Polizia e manifestanti (video)

Circa mille persone si sono radunate in Corso Matteotti, presso la Ubi: cori, fischi e cartelloni

JESI, 14 settembre 2020 – Un migliaio di persone si è radunato dalle 16 in poi su Corso Matteotti, armati di cartelli e fischietti, al grido di “Jesi non si lega“.

Andreoli immobiliare 01-07-20
contestazione Salvini (1) contestazione Salvini (2) contestazione Salvini (3) contestazione Salvini (4) contestazione Salvini (5) contestazione Salvini (6) contestazione Salvini (7) contestazione Salvini (8) contestazione Salvini (9) contestazione Salvini (10) contestazione Salvini (11) contestazione Salvini (12) contestazione Salvini (13) contestazione Salvini (14) contestazione Salvini (15) contestazione Salvini (16) contestazione Salvini (17) contestazione Salvini (18) contestazione Salvini (19) contestazione Salvini (20) contestazione Salvini (21) contestazione Salvini (22) contestazione Salvini (23) contestazione Salvini (24) contestazione Salvini (25) contestazione Salvini (26) contestazione Salvini (27) contestazione Salvini (28) contestazione Salvini (29) contestazione Salvini (30) contestazione Salvini (31) contestazione Salvini (32) contestazioni Salvini (1) contestazioni Salvini (2) contestazioni Salvini (3) contestazioni Salvini (4) D70C99C3-8453-4518-B770-81D70342F330
<
>

Intorno alle 16 era ancora ristretto il gruppo di persone arrivato in centro città che è stato caricato dal cellulare della Polizia: il furgone posizionato nella traversa del Caffè Saccaria ha provocato momenti di tensione. Cori, fischi e cartelloni sono stati esposti per tutta la durata della contestazione. Anche per i giornalisti è stato difficile passare, nonostante l’esibizione dei documenti.

Pian piano il gruppo dei contestatori è cresciuto di numero rimanendo sempre dove le forze dell’ordine li ha costretti a restare, e cioè in quel tratto di Corso, fatta eccezione per quelli (non pochi) che nel frattempo erano riusciti a raggiungere Piazza della Repubblica passando per le vie laterali.

«Nessuna intenzione di sfondare il cordone di polizia» hanno garantito i manifestanti che con il megafono hanno chiesto di mantenere la calma e di poter raggiungere la piazza. Un gruppo eterogeneo fatto di giovani e giovanissimi ma anche uomini e donne di altre generazioni.

Sui social il centro sociale Tnt pubblica le immagini della protesta e scrive: «Questa è la storia di oggi, Jesi è antifascista, antirazzista e antisessista, e non c’è alcuno spazio per chi predica odio e discriminazione! In tantissimi abbiamo assediato Salvini, la Lega e i loro sproloqui e nonostante l’estrema militarizzazione, due cariche per tenerci lontani, un altro gruppo di attivisti  è entrato e hanno contestato anche da dentro la piazza».

Più tardi c’è stata un’altra carica che ha generato ancora tensione senza però provocare problemi di sorta all’una o all’altra parte. I controlli si sono intensificati in piazza: a una signora è stato impedito di mostrare il cartello “Cultura e bellezza, non odio e razzismo“. Le contestazioni verbali e l’esibizione di cartelli non sono mancati anche durante il comizio del leader della Lega: molti infatti i manifestanti che avevano raggiunto la Piazza passando per le vie laterali, un momento sfociato con l’esposizione di striscioni e magliette nel corso del “momento selfie” di Matteo Salvini.

Quando il cordone delle forze dell’ordine è stato sciolto, i manifestanti hanno raggiunto la piazza reggendo cartelli come «Mattè, Stupor Mundi te dice gné?».

(e.d.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  
    

news

Cronaca1 minuto fa

Jesi / Nuovo parcheggio in via Garibaldi, approvato il progetto esecutivo

Dopo un lungo iter amministrativo, iniziato con la precedente Amministrazione, il sì in via definitiva per la realizzazione di Tiziana Fenucci...

Eventi & Cultura3 minuti fa

Jesi / Gli adolescenti jesini negli scatti di Francesca Tilio

Alla mostra di Montefano che si apre oggi uno spazio dedicato a The QuaranTeen Project, a cura della fotografa jesina,...

Cronaca4 minuti fa

Jesi / Festival, edizione in grande ascesa con 4.500 spettatori

Si guarda ora a quella del prossimo anno: nel 2023 la XXIII sarà dedicata al tema “Salti di gioia” Jesi,...

Cronaca5 minuti fa

Jesi / “Premio Pentericci” agli studenti del Comprensivo Federico II

Assegnato ai tre alunni più meritevoli dello scorso anno scolastico in ricordo della professoressa Maria Luisa Nori Pentericci Jesi, 1 ottobre 2022...

Cronaca6 minuti fa

Jesi / “Puliamo il mondo”, appuntamento domani agli Orti Pace

La pulizia interesserà anche l’area di Porta Valle e il Campo Boario, l’invito a partecipare dell’assessore Alessandro Tesei e della...

Eventi & Cultura8 minuti fa

Jesi / Brand Festival, apprendere e scoprire

Da mattina a sera oltre 25 eventi, si parla delle “Identità in movimento” e del mondo che cambia: sino al...

Attualità9 minuti fa

Castelbellino / “Puliamo il mondo”, oggi gli alunni nei parchi di Stazione

Coinvolte le classi IV e V della scuola primaria “Aldo Moro” armate dei kit forniti da Legambiente Castelbellino, 1 ottobre 2022 – “Ne abbiamo una sola!...

Sport10 minuti fa

Pallamano A2 / Trasferta a Modena per la Polisportiva Cingoli

Nella quinta giornata i ragazzi di Alfredo Rodriguez Alvarez affrontano oggi la Pantareitalia Cingoli, 1 ottobre 2022 – La Polisportiva Cingoli vuole continuare a vincere per...

Sport12 minuti fa

Pallamano A2 / Chiaravalle sfida in trasferta la capolista San Lazzaro

Grande test per scoprire cosa riserverà il resto del campionato, se l’aria rarefatta dell’alta classifica o una lotta serrata ai...

Alta Vallesina52 minuti fa

Fabriano / «Dalla Whirlpool un atteggiamento prepotente»

Il commento del capogruppo in consiglio regionale di Fratelli d’Italia Carlo Ciccioli di Redazione Fabriano, 1 ottobre 2022 – Nel...

Meteo Marche