Connect with us

Cronaca

JESI / Teatro a rischio: non lasciamo solo il Pergolesi

Teatro Pergolesi

Anche passata l’emergenza sarà un grande problema garantire la ripresa delle attività, riparte la campagna #iosostengoilpergolesi

JESI, 28 marzo 2020L’emergenza sanitaria non ferma il Teatro Pergolesi e la Fondazione Pergolesi Spontini.

A sipario chiuso, a palcoscenico spento, la Fondazione continua a progettare il futuro, con lo staff al lavoro in smart working, ciascuno dalla propria casa.

Si progettano gli spettacoli che verranno, gli eventi di danza, prosa, musica che gli artisti e i tecnici torneranno a rappresentare… si immaginano nuovi format, si lavora alle prossime edizioni del Festival Pergolesi Spontini e della Stagione Lirica di Tradizione, si portano avanti le ricerche in ambito musicologico, le attività di revisione e di edizione musicale, i progetti educativi e sociali.

Teatro PergolesiIeri, 27 marzo, era la Giornata internazionale del Teatro, ed in questo giorno il pensiero della Fondazione Pergolesi Spontini è stato per il pubblico, e per tutta la comunità di Jesi che sogna il giorno in cui poter tornare a vivere nei luoghi della socialità che più amiamo.

Luoghi come il Teatro Pergolesi, che rappresenta da 222 anni l’identità, la storia e la cultura della città di Jesi, sede di un’intensa attività artistica e culturale.

Quando l’emergenza sarà finita, il Teatro Pergolesi vuole essere ancora il luogo in cui la comunità di Jesi si indentifica e si incontra, come accadde dal 1798.

Per questo motivo, la Fondazione Pergolesi Spontini chiede alla comunità di non lasciare solo il Teatro Pergolesi, ma di sostenerlo con un contributo, piccolo o grande che sia.

Perché senza il sostegno dei cittadini e delle aziende, il Teatro rischia di non riaprire. Per tornare a vivere insieme la bellezza di un’esperienza unica, torna dunque l’annuale campagna #iosostengoilpergolesi, con le diverse modalità di sostegno proposte ai privati cittadini e alle aziende: si può diventare socio, sponsor, amico della Fondazione, mecenate attraverso lo strumento dell’Art Bonus, donatore devolvendo il 5X1000, o con un lascito testamentario.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

parafarmacia gocce di salute


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.