Connect with us

Redazionali

LE PICCOLE CICLADI / Quattro gioielli brillano al centro dell’Egeo

Sogni una vacanza semplice, per vivere l’autentica atmosfera greca? Le Piccole Cicladi ti aspettano, quattro gioielli che brillano al centro dell’Egeo

DONOUSSA, KOUFONISSI, SCHINOUSSA e IRAKLIA: quattro piccole isole, quattro piccoli gioielli che brillano al centro dell’Egeo, nel tratto di mare che divide Naxos da Amorgos. Un angolo di Grecia ancora remoto e poco turistico; quando arrivi al porto e scendi dall’Express Skopelitis – piccola nave che collega le Piccole Cicladi tutto l’anno, unica fonte di connessione con il mondo per chi vive su queste splendide ma difficili isole – ti sembra di essere catapultato in un altro mondo. E probabilmente lo è un altro mondo! 

Il mare del porto è uno specchio cristallino, accoglie i visitatori con colori, trasparenze, riflessi da sogno, inimmaginabili finchè non li si vive. Ti accoglie un’atmosfera colma di tradizione, di calma, di silenzio …. Incontrai ancora nonne dagli abiti neri, piccole taverne con anziani seduti ai tavolini esterni in cerca di un po’ di frescura, piccoli negozietti di alimentari con poche verdure, frutto di coltivazione di qualche contadino (… ma solo rigorosamente verdure locali …. tanti pomodori, cetrioli, melanzane e tante cipolle!). Il greco spesso è l’unica lingua parlata, ma capirsi non è poi impossibile.

E alla sera potresti anche entrare nella cucina di una anziana signora che gestisce la sua taverna per scegliere i piatti della cena, alzando il coperchio di una e dell’altra pentola …. tra piatti della tradizione locale dove melanzane, feta, tzatziki con pita non mancano mai come il pesce … ma rigorosamente solo quello pescato nella giornata!

Pochi servizi, soluzioni di alloggio semplici, gente ospitale, mare cristallino e sabbia dorata. Il mezzo di locomozione più usato sulle isole sono i propri piedi… E forse sono il mezzo migliore per assaporare profondamente tutto quanto queste isole ti possono regalare. Le spiagge non sono attrezzate e solo alcune offrono ombra naturale.

Sono isole dove l’immersione nella calma, nel relax, nella natura, nella tradizione è assicurata, dove ascolti solo il fischio del vento, i rumori del porto. Ti assicuro che dopo una settimana trascorsa in una di queste isole, rientrare alla vita quotidiana, cittadina, rimetterti scarpe e abiti da ufficio è faticosissimo. E quando salirai nuovamente sull’Express Skopelitis per rientrare a casa se (…. se …….) avrai voglia di parlare lo farai solo per consolarti,  pensando al prossimo viaggio che potrai regalarti in questi luoghi da sogno; ma magari starai zitto per ascoltare gli ultimi silenzi, per guardare allontanarsi questo mondo irreale, di sogno, per risentire nel cuore e nello spirito tutto quello che questi piccoli gioielli hanno saputo donarti in questa vacanza di sospensione, di immersione. 

KOUFONISSI, la più piccola, è la più popolare tra le quattro. Di una bellezza mozzafiato. E’ sicuramente la più turistica ma ha saputo mantenere la sua autenticità, con la vita che si concentra nella Chora. Tutto il resto è mare, spiaggia, natura…. e qualche taverna.

Un  mare che gioca con maestria e che insieme alla forza, all’energia del Meltene, disegnano morbide spiagge di sabbia finissima, baie da sogno, calette blu, lagune che sembrano piscine,  grotte con un’acqua trasparente e cristallina, come non si può neanche immaginare. Quando sono arrivata al porto di Koufonissi sono stata colta da un’emozione non descrivibile, ho pensato che quello doveva essere il paradiso. 

SCHINOUSSA, meno di 9 kmq conta circa 250 abitanti in soli 3 villaggi. E’ un’isola vera e contadina, a circa mezz’ora di traghetto dalla splendida e iconica Koufonissi. Un luogo minuto e delizioso, dove stare a contatto con il mare, respirare gli odori acri della campagna, passeggiare tra i campi. 

Sull’isola si respira un’atmosfera tranquilla e un po’ selvaggia;  è coperta da basse colline con coste che offrono belle insenature e spiagge di sabbia fine. Dalla Chora – dove si respira l’atmosfera vera e autentica della “Grecia Cicladica” con viuzze, casette bianche, finestre e porte colorate –  si godono panorami fantastici. Schinoussa è una meta per chi ama semplicità e genuinità. I pochi abitanti sono per lo più pescatori, allevatori e soprattutto contadini. Il prodotto della terra tipico del luogo è un tipo particolare di fava gustosissima.

Schinoussa non offre mondanità di alcun genere, solamente la sua natura selvaggia, il suo mare limpidissimo e colorato, spiagge di sabbia fine e dorata. Una sola strada collega il porto al capoluogo. Anche questa perla dell’Egeo è bella da visitare a piedi, per vivere appieno la sua autenticità.

IRAKLIA è la più meridionale e la più grande delle 4 Piccole Cicladi; ma è anche la “meno sociale” e la meno abitata. Ha una sola strada asfaltata lunga 8 km; e se non si percorre la strada asfaltata l’alternativa sono le kalderimie, antiche mulattiere. I suoi 115 abitanti vivono di pesca e agricoltura. 

Iraklia è un classico esempio dell’architettura tradizionale delle Cicladi con case bianche e finestre blu, cortili fioriti e vicoli che si snodano e intersecano come un labirinto. Anche la chiesa al centro del villaggio è simbolo dello stile cicladico, si presenta imbiancata con una bellissima cupola blu. E se vuoi vivere un’esperienza veramente autentica, partecipa il 15 agosto alla celebrazione religiosa nel villaggio di Panagia. Dopo la celebrazione tutti in parrocchia per assaporare con i locali cibo, dolci e vino, per poi proseguire la serata con musica fino a tardi in una delle taverne dell’isola.

Iraklia significa un tuffo nella pace, poterti isolare dal mondo e dimenticarti dell’orologio. Concederti una buona mangiata di pesce la sera in una piccola taverna a gestione familiare, e rilassarti di giorno su belle spiagge in compagnia di un buon libro. Il tutto senza fretta, quasi senza tempo.

DONOUSSA, la più distaccata e per questo l’isola più remota e tranquilla; la vita scorre a ritmo lento a Stavros, unico villaggio dell’isola. Un piccolo ritratto del sogno greco: ci sono spiagge ma anche ripide scogliere e reticoli di sentieri che collegano case un tempo rifugio di pastori e chiesette candide.

Donoussa ha molto da offrire ma le strutture sono limitate e molto semplici. E’ una destinazione per veri amanti della Grecia, che privilegiano natura e autenticità a mondanità e lusso.

Le isole offrono solo pace e tranquillità, se sei alla ricerca di mondanità non sono la meta ideale! Ma se sei alla ricerca di una vacanza genuina, autentica, in intima connessione con cultura locale e tradizioni, non esitare a scegliere le Piccole Cicladi. E se ti abbiamo fatto innamorare di queste splendide isole, comincia a sognare una bella vacanza che le percorre tutte e 4!

Ti ricordo che per continuare a parlare insieme a noi di Grecia, attraverso i nostri racconti, le vostre domande, le chiacchiere tutti insieme ci vediamo il giovedì sera alle ore 21 con collegamento Zoom. Giovedì 8 aprile ore 21 parleremo insieme delle Isole del Dodecaneso. L’appuntamento durerà circa una mezz’ora, in condivisione con tanti altri viaggiatori affascinati dalla destinazione GRECIA. 

Raffaella & Michele

Per ricevere il link del collegamento ZOOM di GIOVEDI’ 8 APRILE  alle ore 21 contattaci via mail, wap, telefonicamente. Seguono i nostri riferimenti; scegliete quello che preferite!

info@viaggiaconmichele.com 

Michele: 3348064983    Raffaella: 3348064907

collegati al sito o alla nostra pagina fb

Si ringrazia per le immagini Kalimera

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  


Meteo Marche