Connect with us

Cronaca

JESI / Murale sfregiato, Animali: «Il Comune sapeva, disattenzione»

Via Politi murale Blu

Immobile di via Politi di proprietà comunale sottoposto a lavori di ristrutturazione

JESI, 14 gennio 2020 – «Il Comune sapeva della presenza del murale di Blu e ci aveva tranquillizzato». Così il consigliere di opposizione Samuele Animali commenta la notizia della ristrutturazione dell’immobile di via Politi “costato” lo sfregio del murale del noto artista Blu.

Murales jesi via Politi Blu

L’opera di Blu

Nell’immobile, fino al 2012, si trovava la sede del centro sociale Tnt poi trasferito in via Gallodoro per via del crollo del tetto della palazzina che non ha retto al peso della neve.

Di proprietà del Comune lo stabile è sottoposto a lavori di ristrutturazione. Il murale era stato realizzato nel 2011 da Blu, street artist senigalliese ma a causa dei lavori, l’opera è stata sfregiata.

«Non è vero che il Comune non sapesse – fa presente il consigliere di Jesi in Comune-Laboratorio Sinistra -. A parte il fatto che ignorare una cosa del genere sarebbe grave, ma quando in Consiglio comunale si prospettò il recupero della palazzina di via Politi proprio noi facemmo notare la presenza dell’opera di Blu. In quell’occasione l’assessore alla cultura rispose che naturalmente erano ben coscienti dell’esistenza dell’opera e l’avrebbero “salvata“. Se ora si dice che “correrranno ai ripari” perché non è stata prevista una tutela preventiva, evidentemente c’è stato un problema. O una disattenzione».

(e.d.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

parafarmacia gocce di salute


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.