Connect with us

il parere dell’esperto

VETERINARIA / IL CONIGLIO NANO

La rubrica “Il parere dell’esperto” è uno spazio affidato a persone specializzate su argomenti di comune interesse

 

 

Dott.ssa Mimosa Agnese Bonci, Medico Veterinario

 

Il coniglio nano

 

Il coniglio nano è uno tra gli animali da compagnia molto amato e diffuso nelle nostre case; infatti sta diventando sempre di più un animale d’affezione come il cane ed il gatto nonostante sia molto delicato.

Questo mammifero, appartenente all’ordine dei lagomorfi specie O. cuniculus, si caratterizza per le dimensioni ridotte e per socievolezza. Erbivoro stretto, la sua alimentazione è basata su fieno, erba e verdura. Il fieno deve essere fornito in quantità illimitata ed è indispensabile per una buona digestione, selezione della flora microbica “buona” ed un  consumo corretto dei denti.

Anche l’erba mista di campo è essenziale poiché in più fornisce vitamine e minerali per il suo sviluppo. Attenzione però a quelle tossiche; inoltre anche per le verdure esistono  lunghi elenchi di cibi da somministrare alle giuste e dosi e proporzioni.

La frutta va invece somministrata con molta moderazione (non più di due volte a settimana) e in quantità limitata evitando la frutta secca e i semi.

I cibi dannosi sono veramente molti; alcuni sono commercializzati e spesso contengono troppi semi e zuccheri, recando danni importanti specialmente all’apparato digerente.

Ricordatevi di lasciare sempre acqua fresca a temperatura ambiente e pulita a disposizione; specialmente se si usano gli abbeveratoi controllate il loro corretto funzionamento.

Chiaramente ad ogni età corrisponde una giusta alimentazione: nelle prime due settimane il coniglietto si nutre esclusivamente di latte materno iniziando lo svezzamento a partire dai 20 giorni in maniera molto graduata, completandolo al raggiungimento dei due mesi, periodo in cui in genere quasi tutte le “mamme” coniglie smettono di allattare.

Il coniglio, con quella che viene definita doppia digestione, è in grado di assimilare tutti gli enzimi e i nutrienti per il suo benessere; infatti ingerisce delle particolari feci chiamate ciecotrofi che sono fondamentali per la sua sopravvivenza.

E’ importantissimo, se si decide di avere questa morbida palla di pelo come nostro compagno, porre una particolare attenzione sulla sua alimentazione; solo così potremo ridurre i rischi che il nostro amico coniglio vada incontro a patologie veramente molto gravi!

Dott.ssa Mimosa Agnese Bonci

mimosabonci@virgilio.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   

La Fenice - cremazione animali


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.