Sport

AURORA BASKET / LA TERMOFORGIA TORNA AL SUCCESSO, BATTUTO ORZINUOVI

 Termoforgia Jesi  –  Agribertocchi Orzinuovi  99-85

 

JESI, 17 dicembre 2017 – Dopo quattro sconfitte consecutive la Termoforgia torna al successo contro la matricola Orzinuovi. Partita equilibrata nella prima parte poi Jesi costruito un buon vantaggio ha controllato senza difficoltà. Top scorer della serata Brown con 30 punti seguito da Strautins 24.

Gara iniziata con 15′ di ritardo per problemi organizzativi.

Ottima partenza di Jesi e subito 12-4. La Termoforgia gioca in velocità e trova canestri a ripetizione pur concedendo qualcosa di troppo in difesa.

Il primo parziale termina con un vantaggio in doppia cifra sul + 10: 26-16.

Anche i secondi dieci minuti rispecchiano le giocate della prima parte con i due quintetti subito alla ricerca del canestro anche con soluzioni di gioco personali. Sul piano del punteggio tuttavia c’è equilibrio. Jesi cerca di controllare il vantaggio favorito da un avversario che perde troppi palloni nelle ripartenze. La Termoforgia invece ha il problema dei falli soprattutto da parte di Rinaldi e Ihedioha, in pratica i suoi lunghi. A metà periodo: 33-27. Si riporta a +10 Jesi, 41-31 a 2’25” dal riposo che diventa +12, 46-34 a 1’29”. Alcune decisioni arbitrali a sfavore di Jesi riscaldano gli animi. Alla sirena del riposo lungo: 48-38.

Si riprende nel segno di Rinaldi, 6-0 di parziale tutto firmato dal capitano arancioblu. Un parziale quasi a senso unico. La partenza fulminea di Jesi serve ad Orzinuovi per reagire portandosi sul -6: 54-48.  Cagnazzo si arrabbia e chiede il time out. Che ha il suo effetto perché la reazione c’è. Nel segno di Rinaldi ed Ihdioha la Termoforgia riconquista il +10: 58-48. E’ una fase dove i padroni di casa spingono forte e gli ospiti incominciano a dare segnali di difficoltà. A 3′ dall’ultimo intervallo corto: 66-52.

L’ultimo periodo inizia dopo un siparietto costruito dagli arbitri, che nessuno dei presenti ha capito, neanche i giocatori in campo. Jesi è sul +19: 76-57. Agonisticamente il match scende di tono gli schemi non ci sono più.

evasio santoni

Termoforgia Jesi – Kouyate, Brown 30, Mentonelli, Marini 23, Piccoli 3, Rinaldi 16, Valentini, Melderis, Massone 3, Montanari, Hasbrouck 8, Ihedioha 16. All. Cagnazzo

Orzinuovi – Strautins 24, Raffa 15, Borghetti, Antelli 2, Ghersetti, Zanbon, Scanzi 6, Yabre, Ruggiero 9, Toure 7, Sollazzo 22. All. Crotti

Arbitri – Costa, Salustri, Lestingi

Note – spettatori 1696; parziali: 26-16, 22-22, 28-19. Usciti per cinque falli: Brown

FABRIANO CERRETO CALCIO / BRUTTA SCONFITTA A SULMONA CONTRO IL NEROSTELLATI

Nerostellati – Fabriano Cerreto 2-1

FABRIANO, 17 dicembre 2017 – Pesante sconfitta della squadra di Sauro Trillini a Sulmona contro il Nerostellati che coglie nell’ultima gara del girone d’andata la prima vittoria del campionato.

In vantaggio di due reti (Del Gizzi e Pacella) gli abruzzesi hanno controllato bene fino a quando Zuppardo su rigore ha firmato il 2-1.

Poi i cartai,rimasti in superiorità numerica di due uomini, sul finale, le hanno tentate di tutte ma purtroppo alla fine è giunta una sconfitta che per la classifica suona come una sonora bocciatura.

 

 

JESINA CALCIO / IL CAMPOBASSO PAREGGIA SU RIGORE ALLO SCADERE, I LEONCELLI NON SANNO PIU’ VINCERE

Jesina – Campobasso 1-1

 

JESI, 17 dicembre 2017 – La prima di Di Donato non porta tre punti alla Jesina. Un pareggio, quello avversario,  giunto su rigore al 47′ della ripresa per un fallo su Capozzi. Dal dischetto Evacuo non ha sbagliato. Un peccato perchè i leoncelli avevano difeso bene il vantaggio anche se il Campobasso nella ripresa era stato più intraprendente e quasi sempre nella metà campo della Jesina.

Kevin Trudo (Jesina)

L’inizio di gara vede il Campobasso in avanti e per ben due volte prima Varsi poi Kargbo provano a battere a rete senza successo. La gara prosegue con le due squadre che cercano la soluzione vincente per superarsi. La trova al 21′ la Jesina. Trudo recupera una palla al difensore molisano ma il portiere in uscita lo anticipa. Interviene Cameruccio che dal fondo con un assist cerca di servire Pierandrei anche lui anticipato. Ben appostato Trudo controlla la sfera ed in diagonale batte Landi.

Il Campobasso prova a reagire cercando di sfruttare la velocità del giovane attaccante di colore Kargbo. Al 21′ punizione dal limite ma la conclusione di Gerardi è fuori misura. Ancora Kargbo al 31′, il tiro è deviato in angolo.

Ad inizio di ripresa gli ospiti provano ad accelerare ed all’8′ Kargbo da buona posizione tira in porta ma Tavoni non si fa sorprendere. La squadra di casa non riesce ad alzarsi ed uscire dalla propria metà campo. Al 20′ Pierandrei verticalizza per Trudo che si trova in buona posizione per battere a rete: il tiro è sbagliato. Al 26′ Gomes di testa colpisce bene ma Tavoni è ben piazzato.

Al 28′ Foglia Manzillo opera tre sostituzioni contemporaneamente disegnando la propria squadra in maniera più offensiva. Di Donato toglie Trudo per Valdes. Al 36′ Pierandrei ruba palla e poi si porta a fondo campo servendo Zannini che svirgola e non conclude. Due minuti dopo è Salim Ribeiro a trovarsi in buona posizione ma il controllo è inguardabile e l’occasione sfuma. Gli ospiti insistono e nei minuti di recupero il fallo in area e relativo penalty che porta il punteggio sull’1-1 finale.

Nel post gara il debuttante Di Donato ha parlato di Jesina che ha fatto una buona gara mancando il gol del raddoppio che avrebbe chiuso la gara. L’opinione del mister avversario è tutto l’opposto: “Nella ripresa abbiamo giocato solo nella metà campo della Jesina e non siamo per nulla soddisfatti del pareggio colto perchè dovevamo e potevamo vincere”.

evasio santoni

Jesina – Tavoni, Silvestri (Serantoni), Anconetani, Giorni, Gremizzi, Carotti, Cameruccio (Carnevali), Zannini, Pierandrei, Magnanelli, Trudo (Valdes). All. Di Donato

Campobasso – Landi, Benvenga, Elefante (Amabile), Vecchione (Del Prete), Del Duca, Gomes, Salim Ribeiro, Gerardi (Capozzi), Evacuo, Varsi (Marzano), Kargbo. All. Foglia Manzillo

Arbitro – Taricone di Perugia

Reti – 21′ pt Trudo, 47′ st Evacuo su rigore

Note – spettatori 300 circa; ammoniti: Elefante, Varsi, Serantoni, Carotti, Zannini, Tavoni; angoli: 0-7

VOLLEY FEMMINILE B2 / QUINTA VITTORIA CONSECUTIVA PER IL CASTELBELLINO, BATTUTA CORRIDONIA

TERMOFORGIA MOVITER CASTELBELLINO – CORPLAST CORRIDONIA: 3-1   

CASTELBELLINO, 17 dicembre 2017 – Una pioggia battente ha la meglio sulla copertura del Pala Martarelli di Castelbellino che, causa infiltrazione d’acqua dell’ultimo minuto, diventa impraticabile. La Termoforgia Moviter trova quindi una soluzione in extremis nel Palazzetto di Moie e il pericolo della sconfitta a tavolino sfuma all’istante.

Si inizia nonostante tutto in orario, ed è subito chiaro che Castelbellino non ha alcun timore reverenziale nei confronti della corazzata Corridonia. Messa in crisi la ricezione avversaria, si difende ogni pallone e le ospiti faticano a trovare soluzioni in attacco capaci di impensierire le nostre. Il primo set vola via liscio per una Termoforgia praticamente impeccabile.

Secondo parziale che mostra un cambio di marcia della Corplast, che torna a giocare sui suoi livelli e fa scricchiolare un Castelbellino improvvisamente falloso e poco incisivo. Dopo una buona rimonta a metà set, Cerioni e compagne devono arrendersi ad una serie di attacchi di Zamponi e Bianchella cedendo sul finale.

Siamo in parità e la sensazione è che Corridonia abbia preso le misure, ma la grinta delle ragazze di Fusco oggi è inarrivabile, e recuperano un set che era partito veramente malissimo, vincendolo grazie a difesa e muro.

Il quarto set vede la partenza a razzo delle padrone di casa, che arrivano addirittura sull’11-3. Corridonia cambia 2 pedine tentando il tutto per tutto, e lentamente rosicchia terreno fino ad arrivare alla parità. Si gioca punto a punto, ed ormai è una questione di nervi. A chiudere i conti della partita ci pensa, con un attacco da posto 2, una positiva Crescini appena entrata al posto di Casareale.

Arriva dunque la quinta vittoria consecutiva, contro una delle squadre più forti del girone, ed arrivano altri 3 bellissimi punti, ottenuti oggi più che mai da un gioco corale strepitoso.

Ora la lunga pausa natalizia, al termine della quale andremo in trasferta a Firenze contro la TeamVolley.

 

Castelbellino – Cerioni 6, Casareale 11, Vescovi 9, Della Giovampaola 8, Verdacchi 15, Ciccolini 13, Ciancio (L), Crescini 2. N.e. Bassotti, Romagnoli, Carbonaro, Pagliaroli. All. Fusco

Corridonia – Zamponi 8, Agostini 2, Mattioli, Di Romano, Mennecozzi 1, Asquini 3, Orazi, Pierantoni 6, Bianchella 10, Pettinari 1, Spreca 11

Parziali – 25-18,22-25, 25-21, 25-22

VOLLEY FEMMINILE B2 / PIERALISI POCO MOTIVATA PERDE IN CASA DI UNA AVVERSARIA DI MEDIO VALORE

CS SAN MICHELE FIRENZE  – PIERALISI VOLLEY PAN JESI 3-1

 

JESI, 16 dicembre 2017 –  La Pieralisi Volley Pan approccia bene il match, mettendo in difficoltà le avversarie con il servizio (13-16). Il primo set si gioca punto a punto fin quasi al termine (21-20). Le jesine pagano caro alcuni errori nel muro – difesa commessi sul finale, perdendo un parziale in cui anche le statistiche rivelano un grandissimo equilibrio.

Ben altro spettacolo è quello che va in scena nel secondo: Diaz e compagne non entrano praticamente in campo (8-2, 16-6, 21-8), con l’attacco che crolla dal 33 al 19%. Cambio ulteriore di registro nel terzo set, largamente dominato: la Pieralisi Pan ha una grande reazione d’orgoglio (3-8 e 8-16), non concede nulla in attacco, arrivando ad un ottimo 48% di efficienza con le padrone di casa che invece faticano a tenere il ritmo, finendo spesso fuori giri (11-21).

Nel quarto set, le jesine appaiono di nuovo una squadra scollegata, si rivedono errori in battuta ed attacco. Il San Michele si mantiene sempre in testa (8-7, 16-12 e 21-14) e non fatica a conquistare i tre punti.

Alla fine coach Sabbatini l’ha vista così: “Siamo partiti bene, ma poi abbiamo commesso troppi errori nel finale del primo set. Nel secondo siamo stati indecenti come presenza e atteggiamento, ma ci siamo riscattati nel terzo, prima di tornare su livelli troppo bassi. Abbiamo perso contro un avversario di medio valore ma motivato. Noi scollegati, e chi lo scorso anno era un punto di riferimento, ora fa molta fatica”.

CS SAN MICHELE FIRENZE – Mantelassi 16, Poli 15, Dovico n.e., Scarpelli n.e., Balducci 3, Migliorini n.e., Testi n.e., Alari (L), Boglio 1, Prosperi Turri, Zingoni 15, Lepri (L), Toccafondo, Tani 14, Cavalieri 4. All. Raffa

PIERALISI VOLLEY PAN JESI -Diaz 2, Tallevi 19, Cecconi (L), Lombardi 11, Tozzo 5, Paparelli 3, Quintabà, Perelli (L), Pirro, Da Col 19, Carbonari n.e., Duru n.e., Marcelloni n.e. All. Sabbatini

ARBITRI -Bolici e Donati

PARZIALI 25-23, 25-13, 16-25, 25-19.

AURORA BASKET / PER QUARISA INFORTUNIO PIU’ GRAVE DEL PREVISTO, SI CERCA IL SOSTITUTO

JESI, 15 dicembre 217 – L’infortunio di Andrea Quarisa è più grave del previsto ed il giocatore si dovrà sottoporre ad intervento chirurgico.

L’Aurora basket ha emesso il seguente comunicato: “A seguito degli esami strumentali  effettuati nella mattinata odierna l’Aurora basket comunica che l’atleta Andrea Quarisa, vittima di un infortunio di gioco in occasione della gara di domenica scorsa con Trieste, ha riportato purtroppo la lesione del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Il giocatore verrà visitato a stretto giro dal proprio ortopedico di fiducia Dott. Rocchi con il quale sarà stabilito il percorso chirurgico e riabilitativo da seguire. La società , nel formulare ad Andrea i migliori auspici per un pronto recupero, garantendo la massima collaborazione perché ciò avvenga nei tempi più rapidi possibili, si sta già muovendo per individuare sul mercato un sostituto in grado di garantire una corretta rotazione nel reparto lunghi”.

Già il direttore sportivo Ligi si è messo in movimento sondando il terreno e contattando qualche giocatore. Sicuramente la prossima settimana ci saranno novità.

e.s. 

JESINA CALCIO / IL PRESIDENTE POLITA: “SPERO CHE QUESTA FORMA DI STALKING NEI MIEI CONFRONTI ABBIA A FINIRE”

JESI, 13 dicembre 2017 – Di Donato, il neo allenatore leoncello, ha diretto il suo primo allenamento con la squadra al completo tranne l’under Parasecoli ai box per un infortunio.

Domenica la Jesina ospiterà il Campobasso che a sua volta ha cambiato la conduzione tecnica riconsegnando la panchina a mister Foglia Manzillo che era stato esonerato per Masecchia solo un mese fa.

Il presidente Marco Polita ci ha detto: “Di Donato è un allenatore giovane, motivato e penso possa darci una mano importante. Il suo trascorso come calciatore è ben noto e se è stato capitano ad Ascoli e Palermo qualcosa vorrà dire. Sono convinto che ci potrà aiutare ad uscire da questa situzione molto complessa. La scelta fatta è stata condivisa da tutta la società e per ciò che riguradano i giocatori al momento nessun della rosa ha manifestato l’intenzione di volersene andare. In entrata poi non è previsto alcun innesto e pensiamo che la rosa per concludere la stagione ed ottenere l’obiettivo è questa e questa sarà. Il budget l’abbiamo superato e non intendiamo andare oltre”.

Al presidente, sappiamo bene, non è andato giù lo striscione di due domeniche fa contro di lui appeso alla rete della curva con su scritto: “Polita vattene“.

Perché quello striscione? Che significato ha?

“Con ogni probabilità – la risposta di Polita – a maggio giugno del prossimo anno, se non si retrocederà, ci potrebbe essere un aiuto concreto. Chiudere un rapporto così è molto deludente. Ho cercato di interpretare gli umori e l’opinione della gente e penso di aver individuato alcuni punti significativi. Il primo riguarda il ritorno di Bugari lo scorso anno al posto di Vagnoni come allenatore: una nicchia di tifoseria non l’aveva condivisa anche se all’atto pratico quella scelta ha portato i risultati del campo che ci aspettavano. Il secondo punto riguarda la non condivisione di altri tifosi del fatto che non è stato rinnovato il rapporto di collaborazione qualche mese fa con la consulente esterna (Tardella; ndr). Da parte mia rispetto le posizioni di ognuno ma è chiaro e spero che questa forma di stalking nei miei confronti cessi: è un auspicio. Ne sto subendo le conseguenze anche a livello personale. Da undici anni a questa parte ho fatto sempre il bene della Jesina e quello striscione ha il sapore di una sorta di persecuzione. La mia quotidianità sta cambiando, l’amarezza è enorme”.

 

evasio santoni

 

CHIARAVALLE / NASCE UN NUOVO CAMPO DA GOLF, A MARZO L’INAUGURAZIONE

CHIARAVALLE, 13 dicembre 2017 – Un nuovo campo pratica per il golf sorgerà nella periferia di Chiaravalle.

Nello spazio verde lungo il fiume Esino, vicino all’ex fabbrica della Famoplas in via Clementina, si stanno ultimando i lavori in vista dell’inaugurazione prevista a marzo del campo da golf Olinuan, costola del Mia Golf Club, un’associazione sportiva nata da un’idea nel lontano 1988 alle Piane di Camerata Picena.

“All’idea di creare un campo da golf a Chiaravalle stiamo lavorando dal lontano 2007 – dice il direttore della struttura e maestro Marco Quarchioni – volevamo costruire un campo da golf pubblico, dove tutti avessero la possibilità di provare questo sport. Il nostro sogno si sta realizzando: chi vuole può venire, prendere un ferro, le palline ed iniziare. Poi ci saranno corsi dedicati ai neofiti, ai bambini, alle donne, agli anziani, a tutti coloro che vogliono avvicinarsi a questa disciplina”.

Il campo pratica di Chiaravalle sarà divertente, costruito con specchi d’acqua interni, con 4 buche e bei putting green, quella parte del campo caratterizzata dal tappeto erboso accuratamente rasato per permettere il rotolamento della palla, all’interno della quale si trova la buca.

“Alla nostra associazione Olinuan sono iscritti circa cento soci che provengono da tutta la provincia – dice Marco Quarchioni – e vorremo promuovere ancora di più le nostre iniziative perché il golf è un gioco divertente dove si incentiva la pazienza, la passione, l’allenamento”.

La struttura, oltre al campo pratica, sarà dotata di spogliatoi e magazzini e di uno spazio adibito a bar e luogo di incontro per trascorrere in serenità qualche piacevole pomeriggio.

FABRIANO RUGBY / TRIONFO UNDER, LA LINEA VERDE CONVINCE

FABRIANO, 13 dicembre 2017 – La linea verde del Fabriano Rugby vince e convince insieme ai ragazzi del Rugby Jesi. Nella giornata di domenica i ragazzi delle under 16 e 18 sono riusciti a portare a casa due vittorie importanti con avversari di livello e spessore tecnico notevole. L’under 16 ha giocato a Jesi, mentre l’under 18 è scesa in campo in trasferta contro il Pesaro Rugby.

L’under 16 è riuscita a superare i ragazzi di Fano per 34 a 21, issandosi al quarto posto di un campionato difficile e competitivo.

Impresa per l’under 18, che ha regolato in trasferta i pari età pesaresi. 10 a 15 il punteggio a favore degli ospiti. Risultato fantastico che ha permesso ai giovani atleti di acciuffare il primo posto in classifica

(saverio.spadavecchia@qdmnotizie.it)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

JESINA CALCIO / SULLA PANCHINA LEONCELLA SI SIEDERA’ DANIELE DI DONATO

JESI, 13 dicembre 2017 – Il nuovo allenatore della Jesina è Daniele Di Donato.

Ex calciatore professionista 40 anni è stato capitano dell’Ascoli Calcio fra le stagioni 2007 e 2013, di ruolo centrocampista.

Nelle ultime due stagioni allenatore della Berretti del Modena.

Nella sua carriera da giocatore con 413 presenze, spalmate tra il 1996 e il 2014, è attualmente il terzo giocatore con più presenze di sempre in Serie B.