Connect with us

Altri sport

JESI / TIRRENO ADRIATICO: TUTTA LA VALLESINA SI FERMA PER LA TAPPA DEL VERDICCHIO

Tappa del Verdicchio. Dopo Jesi scuole chiuse il 18 marzo dalle ore 11 anche a Cupramontana. Tre ore di diretta televisiva ed in collegamento con 151 Paesi e 5 Continenti sui canali Rai.

JESI, 13 marzo 2019 – Che il ciclismo è uno sport che valorizza il territorio è arcinoto e il 18 marzo in Vallesina, sulle strade dove transiterà la ‘corsa dei due mari’, al via oggi da Camaiore con la cronometro a squadre, tutti stanno prodigandosi per preparare al meglio l’evento.

Oramai lo sanno tutti che potrebbe essersi alcuni disagi ma la maggior parte della gente, quella che comunque dovrà per forza di cose muoversi per lavoro o quant’altro, sta cercando di informarsi ed organizzare al meglio le loro esigenze.

In sostanza prevale il fatto che la manifestazione è così importante per tutti che qualche sacrificio, seppur limitato nel tempo, andrà fatto a vantaggio dell’immagine di tutto il territorio.

La corsa sarà ripresa in diretta dalla rete televisiva dei canali Rai – Rai2, Rai Sport e diretta streaming Rai Play – per tre ore di diretta per ogni tappa, con 151 Paesi collegati in tutti e cinque i continenti, e già questo di per se basta ed avanza per la promozione del territorio dove si produce il Verdicchio ma anche dove le bellezze naturali, monumentali ed artistiche saranno ben documentate e filmate con la speranza che poi in futuro ci possa essere un ritorno di interesse e soprattutto di turisti.

A Jesi le scuole di ogni ordine e grado saranno chiuse.

Anche a Cupramontana dove amministra il Sindaco Cerioni, che riveste pure il ruolo di presidente della Provincia, con una comunicazione ufficiale da parte del dirigente scolastico, le lezioni termineranno alle ore 11.

Nella capitale del Verdicchio, e nella sua immediata periferia, in questi giorni, si sono anche effettuati lavori di ripristino di alcuni tratti del manto stradale, sicuramente di interesse al passaggio della corsa, come sulla provinciale Badia Colli. Lo stesso Sindaco ha assicurato comunque i suoi concittadini che nei prossimi giorni “ci saranno anche altre lavori che partiranno con il rifacimento completo della provinciale Cuzzana ma sono previsti anche altri lavori sulla provinciale Badia Colli“.

A Jesi nelle prossime ore saranno rimossi i restringimenti in entrambi i lati del Ponte san Carlo sul fiume Esino. Restringimenti che saranno subito ricollocati in serata al termine del passaggio dei corridori.

A proposito di Verdicchio invece il matrimonio vino-sport è stato reso possibile grazie alla partnership tra Rcs, che organizza la corsa, e l’Istituto marchigiano di tutela vini (Imt), che sarà presente al traguardo di Viale della Vittoria di Jesi con uno stand per la promozione del territorio e delle eccellenze enogastronomiche.

La tappa di Jesi sarà dedicata al Re bianco delle Marche con la ‘Wine Stage’ del Verdicchio.

“I nostri vini, così come gli altri prodotti Dop delle Marche, sono testimonial della loro terra di origineha detto Antonio Centocanti, presidente dell’Imt –. La Tirreno Adriatico ci dà la possibilità, attraverso lo sport, di portare i paesaggi marchigiani a casa degli spettatori, per far conoscere la bellezza di quella che viene definita ‘l’Italia in una Regione’. Un valore – ha concluso Centocantiche si completa nella grande offerta artistica e culturale dei nostri centri storici, da Urbino fino ad Ascoli, passando per il fascino dei borghi più piccoli”.

E quello dei vini marchigiani è un settore importante anche per l’export, dove ha registrato una grande crescita nel 2018. Il vino principe è il Verdicchio, con una produzione che supera i 20 milioni bottiglie (tra le Doc Matelica e Castelli di Jesi), ma i dati sulle esportazioni saranno approfonditi in occasione della prossima edizione di Vinitaly (7-10 aprile) con un’indagine Imt-Nomisma Wine Monitor effettuata proprio sui produttori.

La Matelica-Jesi di km 195 del 18 marzo, per le previsioni, sarà una tappa riservata ai velocisti ma poi come sostiene Simone Stortoni, ex corridore professionista che l’ha disegnata, saranno i corridori con il loro piano corsa a stabilire se sarà così o meno.

La partenza da Matelica è per le  ore 11.40 e poi si resterà nella provincia di Macerata passando per Castelraimondo, San Severino Marche, Cingoli ed Apiro prima di entrare nella provincia di Ancona da Cupramontana e poi Maiolati, Moie, Montecarotto, Serra de Conti, Ostra, Belvedere Ostrense,  e traguardo volante a Morro d’Alba alle ore 15.00-15.15. Ingresso a Jesi provenendo da Monte San Vito, bivio Sant’Ubaldo per Monsano, viale del Lavoro attorno alle ore 15.30 e via al circuito finale da percorrere per tre volte prima dell’arrivo previsto tra le 16.10 e le 16.40.

 

Evasio Santoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA

NELLA FOTO DI COPERTINA IL PASSAGGIO A JESI IN VIA SETIFICIO DEL 12 MARZO 2018 DELLA TAPPA NUMANA-FANO
Condividi
  •   
  •   
  •  
  •  
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.